Accolta dei Quindici 2014

67 ma edizione dell’ Accolta dei Quindici – Fano, 7- 31 agosto 2014 – Galleria Carifano Palazzo Corbelli, orario 21,00 – 24,00, ingresso libero

invito accolta dei quindici 2014

OPERE ESPOSTE

COMUNICATO STAMPA

L’arte partecipa alla vita comune
L’Accolta dei quindici ha una storia prossima al settantennio, è una prestigiosa storia fanese, è storia di Fano. Del resto l’arte spesso scandisce i tempi di un itinerario, del farsi del cammino di una comunità. Tanto più nel nostro territorio fra Adriatico e Appennino, segnato da luoghi ed eventi di civiltà: Fanum Fortunae e l’Arco di Augusto, Fonte Avellana e Montegiove e cento abbazie e chiese romaniche dei benedettini, la civiltà dei Montefeltro e dei Malatesta, l’invenzione del Palazzo Ducale e della Corte rinascimentale di artisti e matematici del Duca Federico, l’amministrazione urbanistica dello Stato pontificio. L’arte, il lavoro dell’artista, la progettualità del matematico e dell’artigiano sono alla base della costruzione di un luogo e di un ambiente, dello sviluppo della vita religiosa e dell’organizzazione sociale. La pittura e quanto vi è connesso ha un fondamentale ruolo di promozione culturale e spirituale e quei segni di civiltà e di umanesimo partono dalla dimensione del lavoro intellettuale per poi coinvolgere una società intera. Con l’Accolta dei quindici ci troviamo, fatto il debito rapporto, su un medesimo fronte di lotta: all’indomani della fine della guerra con la prima mostra questo gruppo di pittori – i fondatori – testimonia subito il suo amore per la città distrutta, dà movimento ad una presa di coscienza e di operosità, lascia un segnale che continua nell’epoca della ricostruzione. L’Accolta dei quindici comincia il 21 luglio 1946, data che fa da pendant con il 7 di agosto di quest’anno. Da allora, ogni anno puntuali, e in prima linea, per una ventina d’anni, Nino Andreoli, incisore, Emilio Antonioni, pittore chiarista, Tito Bilancioni, autore di paesaggi, Tarcisio Generali, un simbolo di Fano, e altri con qualche defezione, fino al 1967 anno dell’ultimo appuntamento del grande Antonioni, hanno animato questa esperienza fanese. Ho raccolto queste informazioni dal bel libro curato da Arianna Permattei, “Percorsi dell’arte in provincia / Fano (1946-1996). L’Accolta dei quindici” (Grapho 5, 1996), un’opera importante anche storicamente perché registra l’universo artistico fanese delle 139 presenze in cinquant’anni e ne fa conoscere il consenso raccolto nei tempi della restituzione della città alla sua bellezza ed alla sua prosperità. Sono da aggiungere le altre presenze fino ad oggi fino a calcolarne circa 250 in totale, un Pantheon straripante. L’arte partecipa alla vita comune, il lavoro degli artisti è sempre promozionale di un orizzonte più alto e pacificato. La ricchezza della città per questa speciale presenza nel Novecento viene principalmente dalla attività dell’Istituto d’Arte Apolloni: quasi tutti hanno frequentato quella scuola dell’arte della ceramica (docente Leonardo Castellani fine anni venti) e dei metalli dorati (Edgardo Mannucci per scultura). Molti poi hanno completato le specializzazioni alla Scuola del Libro e all’Accademia di Belle Arti di Urbino, all’Accademia di Belle Arti di Roma e di Venezia: si sono formati in diaspora e poi sono rientrati a Fano. Vari artisti della prima generazione dell’Accolta sono andati a bottega oppure sono rimasti ancorati all’artigianato dell’autodidatta. Il compito formativo dell’Istituto d’Arte fanese continua ad essere fondamentale e va ancora riconosciuto e sostenuto. E’ un angolo giovane e operoso della città, un luogo della speranza. Cos’è una città senza le sue istituzioni scolastiche? Non solo è perdere la strada della dimensione della bellezza, ma anche rinunciare all’intelligenza ed all’umanità.
Gastone Mosci

Espongono: Giovanni Bellantuono/Alfio Bi/Gabriele Biagetti/Doro Catalani/Luciana Ceci/ Paolo Del Signore/Sauro Di Sante/John Betti/Giulio Marcucci/Giuseppe Marino/Giorgio Mencarelli/Lucia Perugini/Pierluigi Piccinetti/Dante Pier Mattei/Alceo Pucci/Denise Sanna/Alessandro Tonti/Giacomo Tonucci/

Coordinate della mostra
Titolo: Accolta dei quindici Rassegna Arti Visive 2014
Sede: Galleria Carifano, Palazzo Corbelli, via Arco d’Augusto 47, Fano
Durata: 7- 31 agosto 2014 Inaugurazione: Giovedì 7 agosto, ore 18,30, Galleria Carifano, Palazzo Corbelli
Orari e ingressi: tutti i giorni tranne i lunedì, dalle 21 alle 24, ingresso libero
Visite guidate anche fuori orario su prenotazione: tel. 333.9512294
Segreteria e informazioni: La città di Anfione tel. 333.9512294
Ufficio stampa: Primavista tel. 333.9298149

Apertura
Giovedì 7 agosto ore 18,30
• Presenta
Gastone Mosci, Università di Urbino
• Intervengono
Stefano Marchegiani, Ass. alla Cultura,
Comune di Fano,
Francesco Giacobbi, Presidente Carifano
• Ospite d’onore
Vittorio Rubiu, Critico d’arte

La rassegna è organizzata dall’Accolta dei quindici col patrocinio e la collaborazione del Comune di Fano Assessorato alla Cultura e della Carifano Gruppo bancario Credito Valtellinese.
Hanno contribuito la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e Radio Fano.